17 Febbraio 2021

Palazzo Roncale da record: 22 mila visitatori per “La Quercia di Dante”

È stata in assoluto la mostra più visitata e più lunga (oltre che quella con l’iter espositivo più sofferto) nella storia di Palazzo Roncale. Domenica 14 febbraio si è conclusa la mostra “La Quercia di Dante – Visioni dell’Inferno”: una vera e propria esposizione da record.

Come tutte le mostre che hanno attraversato il 2020, anche La Quercia di Dante. Visioni dell’Inferno, ha avuto una storia piuttosto sofferta, punteggiata dal continuo alternarsi di aperture e chiusure.

Avviata il 27 febbraio 2020, è rimasta aperta al pubblico soltanto due giorni, per chiudere con il lockdown nazionale.

La mostra ha poi riaperto il 30 maggio, con le cautele e le attenzioni del caso, ed è rimasta aperta fino al 19 luglio, per poi riaprire nuovamente a metà settembre e rimanere visitabile fino al 4 novembre 2020, quando le nuove disposizioni nazionali hanno imposto la chiusura di mostre e musei. L’esposizione ha potuto finalmente riaprire i battenti lunedì 1° febbraio 2021, per concludersi il giorno di San Valentino.

Nonostante le molte difficoltà la Quercia di Dante ha attratto più di 22 mila persone, segnando un record di affluenza per una mostra a Palazzo Roncale.

I molti perché di questo successo

Gli ingredienti principali di questo grande successo? La qualità e la cura dell’esposizione, unite alla popolarità di Dante e della “sua” Quercia.

Una leggenda narra infatti che il Sommo Poeta si sia smarrito proprio nel Polesine e che abbia ritrovato il cammino arrampicandosi su un albero altissimo, da allora conosciuto come La Quercia di Dante.

Forse anche per questo la mostra ha attratto moltissimi polesani, che visitandola hanno ritrovato una piccola parte della loro identità culturale.

Un percorso che continua

Gli appassionati di Dante e del suo capolavoro potranno continuare ad ammirare le opere grazie al tour multimediale della mostra, che rimarrà disponibile a tutti nel sito di Palazzo Roverella.

Ma non solo. Il percorso alla scoperta del Sommo Poeta si arricchisce di una nuova tappa. Gli appassionati potranno infatti raggiungere anche la città di Ravenna, dove si terrà la mostra Dante. Gli occhi e la mente. Un’epopea Pop, evento espositivo ufficiale delle Celebrazioni del Settimo Centenario Dantesco.

La mostra, curata da Giuseppe Antonelli, sarà allestita al MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna, a partire dall’ 11 settembre 2021 fino al 9 gennaio 2022. Tra le opere saranno presenti anche alcune tavole di Robert Rauschenberg, prima esposte al Roncale.

E adesso?

Palazzo Roncale è pronto per una nuova avventura. Tra pochissimo, infatti, inizieranno i lavori per allestire un’altra grande mostra che racconterà le vicende e le storie di “Quando Gigli, Pavarotti e la Callas… I Teatri Storici del Polesine”.

Questa nuova esposizione inizierà a metà marzo e, come sempre, siamo pronti ad accoglierti.

Condividi questo Articolo