14 settembre 2018

Torna la Pinacoteca! Al Roverella un panorama quasi da manuale di storia dell’arte

I grandi maestri della pittura Italiana tornano nelle storiche sale di Palazzo Roverella. Dal 29 settembre, infatti, le sale dello storico palazzo ospiteranno un’importante selezione di opere della Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile di Rovigo.

Una sorprendente panoramica della stagione artistica che va dal ’400 al ’700.

La collezione è frutto della passione per la pittura di alcune nobili famiglie rodigine, che nell”800 hanno donato le loro quadrerie all’Accademia e al Seminario Vescovile di Rovigo. Quattro secoli d’arte in un arco temporale che comprende i momenti più alti della pittura internazionale e che ha come momento centrale, il Rinascimento.

E adesso, in questa terra, stretta tra i fiumi Adige e Po, che, tra il ‘400 e il ‘700, ha visto succedersi al colto e raffinato ducato estense il dominio della Repubblica di Venezia, sono pronte ad essere esposte opere che possono essere considerate punti di riferimento per la storia dell’arte del nostro Paese e capisaldi della pittura internazionale.

Un’esposizione permanente a ingresso gratuito. Una raccolta unica che racchiude in sé alcuni capolavori dei grandi maestri della pittura italiana: dalla pittura umanista del Bellini sino alla straordinaria stagione dell’arte veneziana del Settecento, incarnata dal Tiepolo e dagli altri artisti della sua generazione, passando per il gotico e il Cinquecento veneto.

Un panorama quasi da manuale di storia dell’arte. Dal ’400 al ’700. Tutto in un’unica, prestigiosa collezione.

Esplora la collezione

Condividi questo Articolo