MAI VISTI
Dal ’400 al ’900, l’arte raccontata attraverso capolavori inediti
19 ottobre 2013 – 12 gennaio 2014

imaivisti_archivio

Con uno spazio espositivo raddoppiato e opere inedite mai viste prima d’ora, la Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile di Rovigo ha riaperto al grande pubblico.
Accanto alle celebrate opere da Bellini a Tiepolo, già patrimonio della Pinacoteca, sono uscite dai depositi più di 50 inediti, alcuni di enormi dimensioni, come “Una spettacolare veduta di Venezia” di Giovanni Biasin, di ben 23 metri, affascinante diorama che ritrae la capitale lagunare.
Arricchiscono la collezione capolavori mai esposti prima di Palma il Giovane, Pietro Muttoni, Rosalba Carriera passando per i pittori tedeschi e fiamminghi e artisti contemporanei come Achille Perilli, Carla Accardi, Giulio Turcato e poi Scialoja, Veronesi, Biasi e Leone Minassian.
Ampia anche l’offerta didattica, le visite guidate e i corsi di laboratori per le famiglie, i bambini, le scuole di ogni ordine e grado, le parrocchie e i gruppi privati.