Alluvioni ieri, oggi e domani: quali gli strumenti per conoscere, prevedere e informare?

Quando
Sabato 15 gennaio 2022
Ore: 18:00
Per chi
Per tutti
Dove
Palazzo Roncale

In occasione della mostra 70 anni dopo. La Grande Alluvione, Palazzo Roncale propone un programma di incontri per approfondire il tragico evento del 1951 in Polesine e analizzare le trasformazioni del territorio, dalla rinascita dopo la catastrofe fino agli sviluppi attuali.

Alluvioni ieri, oggi e domani: quali gli strumenti per conoscere, prevedere e informare?

Il nostro Paese è da sempre soggetto a rischi naturali e antropici, e periodicamente è sconvolto da avvenimenti catastrofici che hanno profondamente modificato la vita dell’uomo. Partendo dall’eccezionale alluvione del 1951, nell’ultimo appuntamento in programma sabato 15 gennaio, approfondiremo le cause e le conseguenze dei cambiamenti climatici e analizzeremo l’importanza della comunicazione sul tema.

Ne parleremo con: Serena Giacomin, Daniele Viero e Francesco Suman.

Serena Giacomin: Fisica, con indirizzo in Fisica dell’Atmosfera. Climatologa e presidente dell’Italian Climate Network. Consulente manageriale per la gestione del rischio climatico. Conduce le rubriche di previsioni meteo e di approfondimento ambientale in onda sui canali Mediaset e tramite le principali radio nazionali. Autrice con Luca Perri di “Pinguini all’Equatore. Non tutto ciò che senti sul clima è vero” (DeAgostini 2020). Docente e divulgatrice scientifica, formatrice di De Agostini Scuola. Ha collaborato alla realizzazione del manuale scolastico per la scuola secondaria di primo grado Scienze Live (Garzanti Scuola 2020).

Daniele Viero: Professore associato Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale, Laureato in Ingegneria Civile Idraulica, Phd in Ingegneria Ambientale.

Francesco Suman: giornalista scientifico free-lance. Collabora tra gli altri con Il Bo Live, Nature Italy, Valigia Blu, Il Tascabile, MicroMega. Ha un Dottorato in filosofia delle scienze biologiche conseguito al dipartimento di biologia dell’Università di Padova. Si occupa di analizzare il rapporto tra scienza e società, scrive tra le altre cose di transizione energetica, cambiamento climatico, pandemia da Covid-19, evoluzione umana, tecnologie quantistiche, fenomeni di misinformation.

 

Costo
Gratuito

Durata
1 ora circa

Info e prenotazioni
Prenotazione obbligatoria

 

Prenota il tuo posto

Condividi questo Evento

Potrebbero interessarti

Sabato 18 giugno 2022
Ore: 17:30


ANNA-GABRIELLE-NINA. Le 3 donne dello Sciamano Avanguardista

Un racconto biografico per far luce sul ruolo e l'influenza di queste tre donne nella via privata e professionale dell'artista. Dalle radici simboliche di una Eurasia dimenticata - dove ha origine l'arte di Kandinskij - all'incontro con l'amore, ecco rivelarsi una perfetta connessione tra Arte, Amore e Spiritualità.

Sabato 21 maggio 2022
Ore: 17:30


Rivoluzione Bauhaus: design workshop

Il Bauhaus, esperienza unica e sorprendente nella storia del '900, ha conciliato la bellezza degli elementi con la loro componente funzionale. Questa scuola d'arte riuscì a dare forma al bisogno di libertà espressiva di una nuova generazione, segnando una svolta culturale. Dopo un approfondimento teorico, i visitatori potranno cimentarsi nelle sperimentazioni che venivano assegnate durante le lezioni di Kandinskij e Klee, ridando vita a quella fucina grafica che ripensò i rapporti tra forme, spazio e colori.

Sabato 16 aprile 2022
Ore: 17:30


La musica delle forme: concerti pittorici e composizioni sceniche

Come in un dialogo armonico, l'arte di Kandinskij fonde i colori della pittura con l'emozione del suono, dando vita a vere sinfonie cromatiche. Fondamentale nella genesi dell'astrattismo fu anche il ruolo di Schönberg con il quale l'artista russo coltivò una fitta corrispondenza, preludio di avanguardistiche esperienze teatrali.