I Quadri di un’esposizione

Quando
Mercoledì 30 giugno 2021
Ore: 21:30
Per chi
Per tutti
Dove
Rovigo, Piazza Annonaria

Nella cornice di Piazza Annonaria a Rovigo, un concerto “multimediale” da guardare e ascoltare. I Quadri di un’esposizione di Musorgskij verranno proposti infatti dalla Tiepolo Brass Orchestra diretta da Andrea D’Incà nella spettacolare versione per ottoni e percussioni di Michael Allen – a cui si unirà una videoproiezione di opere esposte in mostra, a partire dai dipinti di Kandinskij, che dei Quadri di un’esposizione sono una specie di versione “al quadrato”.

Pittura messa in musica e musica messa in pittura, in uno scambio che risveglia le nostre facoltà immaginative.

Introdurrà la serata la guida all’ascolto di Paolo Bolpagni, curatore della mostra, storico delle arti e docente al Conservatorio di Pavia.

Per partecipare

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti.
Le prenotazioni apriranno alle ore 18.00 di venerdì 25 giugno.

 

Prenota il tuo posto

Vasilij Kandinskij, La grande porta (Nella capitale Kiev), 1928, Colonia, Theaterwissenschaftliche Sammlung der Universität

Condividi questo Evento

Potrebbero interessarti

Giovedì 30 dicembre 2021
Ore: 09:00


Natale chez Doisneau: un atelier di sorprese!

L'obbiettivo del maestro Doisneau cattura gesti teneri o malinconici, provocatori ed irriverenti descrivendo la leggerezza della società della Ville Lumière. Verità e finzione si intrecciano nello sguardo privilegiato del più affascinante fotografo del suo tempo.

Mercoledì 29 dicembre 2021
Ore: 09:00


Natale chez Doisneau: un atelier di sorprese!

L'obbiettivo del maestro Doisneau cattura gesti teneri o malinconici, provocatori ed irriverenti descrivendo la leggerezza della società della Ville Lumière. Verità e finzione si intrecciano nello sguardo privilegiato del più affascinante fotografo del suo tempo.

Martedì 28 dicembre 2021
Ore: 09:00


Natale chez Doisneau: un atelier di sorprese!

L'obbiettivo del maestro Doisneau cattura gesti teneri o malinconici, provocatori ed irriverenti descrivendo la leggerezza della società della Ville Lumière. Verità e finzione si intrecciano nello sguardo privilegiato del più affascinante fotografo del suo tempo.