28 Giugno 2022

Chiuse le mostre di Rovigo con il record Kandinskij e il successo di Miani

“Cala il sipario” sulle mostre di Palazzo Roverella e di Palazzo Roncale a Rovigo, promosse da Fondazione Cariparo. La grande retrospettiva dedicata a Kandinskij (26 febbraio – 26 giugno), che vede come co-promotori il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi e come main sponsor Intesa Sanpaolo, con i suoi oltre 88.000 biglietti staccati ha segnato il record di visitatori della più che decennale storia delle grandi mostre rodigine.

“Un successo di presenze e di critica per nulla scontato e che in tempi “normali” avrebbe potuto oltrepassare i 100.000 visitatori” -dichiara il Presidente della Fondazione Gilberto Muraro– “Ma siamo estremamente soddisfatti. L’operazione culturale è stata di altissimo livello, ha raccolto prestiti importanti e prestigiosi, offrendo al visitatore un “prodotto” di altissima qualità, molto apprezzato anche da un “nuovo” pubblico, più giovane. Non da meno l’impatto sulla città, riconosciuto anche dalle categorie economiche, per i flussi di visitatori provenienti da fuori provincia e regione.”

E anche la mostra sull’esploratore Giovanni Miani ha riscosso l’interesse di un numero significativo di visitatori: più di 13.000. Un traguardo per nulla scontato che consolida Palazzo Roncale come luogo di esposizioni dedicato alla scoperta o ri-scoperta e valorizzazione di episodi e/o personaggi appartenenti alla storia del Polesine.

“Siamo davvero orgogliosi e soddisfatti per questo strepitoso successo.”, aggiunge il sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo. “L’esposizione su Kandinskij ha superato gli 88 mila visitatori, raggiungendo un traguardo davvero importante e ambizioso e ottenendo il titolo di “mostra dei record”.

E i record ci sono davvero tutti! A partire dalle opere esposte, dalle forze e dalle sinergie messe in campo, ai numeri degli spettatori provenienti da tutta Italia, all’indotto creato attorno ad un evento che ha posto i riflettori sulla nostra città e che, ancora una volta, ha collocato Rovigo nel gotha culturale del panorama nazionale. A completare questo traguardo, il successo anche dell’esposizione di palazzo Roncale su Giovanni Miani. Due appuntamenti che hanno lasciato il segno e che resteranno nella mente di chi ha avuto il piacere di poter partecipare. Un ringraziamento ai curatori e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, per questo nuovo successo, che conferma e amplia il prestigio delle esposizioni di palazzo Roverella e palazzo Roncale.”

Il Presidente della Camera di Commercio di Venezia Rovigo, Massimo Zanon si complimenta “per il meritato successo degli eventi espositivi di alto livello sui quali ha puntato Fondazione Cariparo per l’anno in corso: gli eccellenti  risultati in termini di visitatori registrati dalle mostre di Kandinsky e Miani rappresentano una conferma in più della validità del gioco di squadra  tra le Istituzioni culturali e le categorie economiche, impegnate insieme alla Camera di Commercio nella promozione integrata del territorio. È un piacere constatare come il Polesine si distingua sempre più come meta di pregio per un turismo di prossimità attratto dalla ricca e costante offerta culturale, che premia l’indotto nell’economia locale, divenendo volano per la valorizzazione complessiva del territorio”.

“Con Kandinskij e con Miani, abbiamo avuto un pubblico che ha scelto di raggiungere Rovigo da una decina di regioni italiane. E che da Rovigo è ripartito molto soddisfatto.”, conclude il Presidente di Fondazione. “È un capitale di conoscibilità e di prestigio che occorre valorizzare e ulteriormente ampliare. Come Fondazione stiamo dando il nostro supporto proprio per creare quella sinergia necessaria tra i vari enti preposti affinché l’offerta del Polesine sia unitaria e coordinata”.

Condividi questo Articolo