“Canone inverso”

Quando
Venerdì 28 maggio 2021
Ore: 21:00
Per chi
Per tutti
Dove
Diretta streaming

Le sale di Palazzo Roverella si trasformano in un ideale salotto per conversazioni di approfondimento, condotte da intellettuali ed esperti nei diversi campi in cui si articola la mostra Vedere la musica. L’arte dal Simbolismo alle Avanguardie.

 

“Canone inverso”

Come in un gioco di riflessi, il punto di vista attraverso il quale approcciare l’arte si fa cangiante. Guardando alla scultura e alla pittura dal regno dei suoni si rendono possibili infatti letture e prospettive ardite ed inedite.

Percorso di approfondimento accompagnato dal supporto del Prof. Vincenzo Soravia, Direttore del Conservatorio Venezze di Rovigo.

 

Come partecipare

Basta collegarsi alla pagina Facebook o al canale YouTube di Palazzo Roverella.

 

Costo
Gratuito

Durata
45 minuti

Info
0425 460093
info@palazzoroverella.com

Condividi questo Evento

Potrebbero interessarti

Sabato 18 giugno 2022
Ore: 17:30


ANNA-GABRIELLE-NINA. Le 3 donne dello Sciamano Avanguardista

Un racconto biografico per far luce sul ruolo e l'influenza di queste tre donne nella via privata e professionale dell'artista. Dalle radici simboliche di una Eurasia dimenticata - dove ha origine l'arte di Kandinskij - all'incontro con l'amore, ecco rivelarsi una perfetta connessione tra Arte, Amore e Spiritualità.

Sabato 21 maggio 2022
Ore: 17:30


Rivoluzione Bauhaus: design workshop

Il Bauhaus, esperienza unica e sorprendente nella storia del '900, ha conciliato la bellezza degli elementi con la loro componente funzionale. Questa scuola d'arte riuscì a dare forma al bisogno di libertà espressiva di una nuova generazione, segnando una svolta culturale. Dopo un approfondimento teorico, i visitatori potranno cimentarsi nelle sperimentazioni che venivano assegnate durante le lezioni di Kandinskij e Klee, ridando vita a quella fucina grafica che ripensò i rapporti tra forme, spazio e colori.

Sabato 16 aprile 2022
Ore: 17:30


La musica delle forme: concerti pittorici e composizioni sceniche

Come in un dialogo armonico, l'arte di Kandinskij fonde i colori della pittura con l'emozione del suono, dando vita a vere sinfonie cromatiche. Fondamentale nella genesi dell'astrattismo fu anche il ruolo di Schönberg con il quale l'artista russo coltivò una fitta corrispondenza, preludio di avanguardistiche esperienze teatrali.